FARE MEMORIA, COME COMUNITA’, DELLE GRAZIA RICEVUTA

 
 

Carissimo,

                  sicuramente stiamo vivendo una stagione di Grazia  particolare nella nostra Diocesi di Roma. Papa Francesco essere e fare d’avvero il Vescovo di Roma. Egli non solo vuole condurci sulla linea dell’Evangelii Gaudium ma vuol donarci una mentalità nuova, una conversione pastorale per essere davvero Chiesa in uscita.

            Lo scorso anno pastorale 2017- 2018 le diverse comunità dell’intera diocesi hanno riflettuto molto sulle “malattie spirituali” cerando l’occasione di una verifica profonda.

            Per questo nuovo anno pastorale 2018 – 2019 il Cardinale Vicario con i Vescovi Ausiliari ed i suggerimenti del Consiglio dei Predetti ci propongono di vivere tre tappe. La prima tappa infatti, da adesso a Natale è il tempo di fare memoria sulla storia della nostra comunità dell’ORA. Si tratta di fare un esercizio spirituale di memoria individuando la presenza paterna di Dio che non ha smesso di guidare il nostro cammino. Davvero non è ripercorrere il “chronos” ma evidenziare il “kairos” della Grazia nella storia della nostra comunità.

            La seconda tappa, dall’Epifania alla Santa Pasqua, è il cuore dell’Anno Pastorale. Affronteremo il tema della Riconciliazione con Dio, con il fratello e con se stessi. La riconciliazione è il dono da chiedere a Dio quest’anno!

            Infine, da Pasqua a Pentecoste, la terza tappa prevede un esercizio di ascolto del grido della nostra città.

            Nel concreto da qui a Natale vi propongo di iniziare a fare personalmente un esercizio di memoria che poi potremmo condividere poi prima di Natale nei tempi e nei modi che vi faremo sapere.

            Nell’attesa di incontraci attorno all’altare del Signore invochiamo insieme la sua benedizione.   Don Pablo